“I Lumi della Torre”: la scuola che valorizza il territorio

“I Lumi della Torre”, attività didattica e divulgativa promossa dal Centro Studi Storici “Nicolò d’Alagno”, dopo le prime due fasi che hanno visto la realizzazione di un ampio volume, curato da Marasco Vincenzo e Lucia Muoio, in cui sono stati raccolti gli Atti delle giornate di studio del 14 e 15 ottobre 2016 prodotti da Nicola Caroppo, Antonella Dentamaro, Adelina Pezzillo, Mario Quaranta, Raffaele Di Ruocco, Farina Giovanni e Roberto Avino, continuano ad illuminare il territorio di Torre Annunziata questa volta coinvolgendo direttamente la scuola. A sposare il progetto è stato un gruppo di docenti del Liceo statale “Pitagora – B. Croce” di Torre Annunziata il quale ha voluto mostrarlo alle loro classi prendendo in esame e approfondire direttamente sul territorio quanto già gli studiosi e i ricercatori universitari hanno voluto divulgarci.

Gli itinerari culturali sul territorio, svolti durante le mattinate del 13 e 14 dicembre, hanno interessato la Parrocchia A.G.P., Basilica pontificia di Maria SS. della Neve, dove la dr.ssa Antonella Dentamaro ha illustrato ai ragazzi i vari aspetti storici e artistici riguardanti l’edificio e le sue opere, tra cui la preziosa Icona di Maria SS. della Neve e il tabernacolo legato al periodo rinascimentale napoletano. Successivamente è stata la volta della poco nota Villa Filangieri, monumento poco noto di eccezionale valore storico e artistico esistente sul territorio di Torre Annunziata. Ad illustrarlo alle classi intervenute è stato il dr. Mario Quaranta i cui studi hanno svelato aspetti inediti di un fabbricato che rappresenta uno degli esempi più belli e lussuosi dell’antica classe nobile locale. A concludere l’escursione sul territorio, i ragazzi del Liceo torrese hanno avuto l’occasione di visitare i cortili settecenteschi dell’ala storica della Real Fabbrica d’Armi, struttura impiantata a Torre Annunziata tra il 1753 e il 1763 su volere di Carlo di Borbone.

Le visite sul territorio, che comprenderanno poi anche vedute a volo d’uccello dell’area del Santa Lucia e del CineTeatro Metropolitan, risulteranno poi propedeutiche per la realizzazione di un progetto di ampio respiro curato dai ragazzi liceali interessati che presenteranno poi i loro studi, con l’ausilio de “I Lumi della Torre”, durante uno degli appuntamenti più importanti del loro percorso didattico annuale: “La notte del Liceo”.
Ampiamente soddisfatti del percorso da tempo intrapreso anche da noi operatori culturali locali e dei riscontri ricevuti, ringraziamo di cuore tutti coloro che non ci fanno mai mancare il loro supporto, disponibilità e amicizia. A riguardo teniamo a dimostrare la nostra immensa gratitudine al Parroco rettore della Parrocchia A.G.P., Basilica pontificia di Maria SS. della Neve, Mons. Raffaele Russo, i dottori Luigi e Francesco Marulo, l’arch. Balzano, l’amico e parte insostituibile della sfera culturale locale Filippo Germano, l’appuntato scelto Bottino Giuseppe, gli operai e tutto il direttivo dello Stabilimento Spolettificio Esercito.

Precedente Castel Cicala e la Turris Annunciatae Successivo Le fabbriche di idee, emozioni e speranze